Panna cotta

Ho sempre pensato che fare la panna cotta fosse difficile…sbagliavo. E’ un dolce semplicissimo, adatto a tutte le stagioni e molto versatile in quanto può essere servito accompagnato da diverse “salse”: caramello, cioccolato, frutti di bosco e molte altre, o , come ho fatto io, con lo sciroppo d’acero.

Invece di usare i soliti contenitori usa e getta in alluminio o una teglia unica, ho deciso di usare dei piccoli vasi di vetro con chiusura ermetica. Questo non solo mi ha permesso di conservare la panna cotta in frigo ben chiusa, ma anche di servire una partica monoporzione , che potrebbe essere una simpatica soluzione anche per le prossime feste.

Con i quantitattivi riportati, si ottengono 4 vasetti da 125ml belli pieni.

INGREDIENTI

  • 500 ml di panna fresca
  • 80 g di zucchero semolato
  • 8 g di gelatina alimentare in fogli
  • 1 stecca di vaniglia
  • sciroppo d’acero

 

Per prima cosa prendiamo una ciotola e mettiamo in ammollo la gelatina in acqua fredda per 10 minuti.

Nel frattempo, in un pentolino, mettiamo la panna, lo zucchero e la stecca di vaniglia tagliata per il lungo ( io ho usato una stecca che avevo conservato da una ricetta precedente e dalla quale avevo estratto già i semini ).

Continuando a mescolare, portiamo ad ebollizione.

Quando la panna inizia a bollire, la togliamo dal fuoco e aggiungiamo, poco alla volta e continuando a mescolare, i fogli di gelatina strizzati.

Una volta che la gelatina si sarà sciolta possiamo versare la panna cotta nei vasetti, lasciamo raffreddare e poi li mettiamo in frigo per almeno 3 / 4 ore. Prima di servire, mettiamo sopra lo sciroppo d’acero, o le salse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *