Torta di mele morbida all’olio

Da un po’ di tempo mi sono “convertita ” alla torta all’olio. La uso come base per un sacco di torte o anche semplice.

Dire che è una torta veloce da fare, è una bugia : E’ SUPER VELOCE! Leggera, buona, e se ne mangi una fetta in più, ti senti meno in colpa( che poi, magari a calorie con la sorella fatta con il burro siamo lì, ma non importa, l’olio fa light!!!)

Prossimamente pubblicherò anche alcune varianti che ho sperimentato e che sono piaciute . In questa ricetta non uso nemmeno la planetaria, mi basta una ciotola, una frusta, un cucchiaio (o un leccapentole) e la teglia (diametro 24/26 cm), stop!

Vi avviso che la parte più lunga è preparare le mele! Fa tì!(come si dice dalle mie parti e che significa FAI TE, RENDITI CONTO)

Ma veniamo a noi.

 

INGREDIENTI

  • mele (qualità e num a piacimento a seconda se la volete più o meno aspra, più o meno “melosa”)
  • 300 g farina
  • 150 g zucchero
  • 2 uova
  • 1 tazzina da caffè di olio (meglio di mais o di girasole)
  • 2/3 tazzine da caffè di latte
  • mezzo limone spremuto
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • un pizzico di sale

 

Mettiamo in una ciotola le uova, le sbattiamo, aggiungiamo l’olio e un pizzico di sale.

   

Versiamo a pioggia, mescolando, la farina miscelata con lo zucchero e il lievito per dolci. Aggiungiamo il latte poco alla volta perchè magari ne basta 1 tazzina, la buccia del limone e il succo di mezzo.

 

Mescoliamo bene , fino ad ottenere un impasto liscio e un po’ corposo (se lo facessimo troppo morbido, le mele andrebbero a fondo), e lo versiamo in una teglia rivestita di carta da forno.

Tagliamo le mele a fettine e le disponiamo sopra l’impasto. Se vogliamo che si formi una sorta di crosticina, cospargiamo la superficie con un pochino di zucchero.

  

Forno a 170/180° C per 30/40 min ed è pronta. La torta deve cuocere piano perche si deve asciugare in quanto la mela è molto umida, quindi regolatevi in base al vostro forno!

 

DITEMI CHE NON E’ VELOCE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *