Torta di patate – ricetta tradizionale contadina

Ferragosto si avvicina e a casa mia c’è la tradizione di fare la torta di patate. Una tortina rustica, della tradizione contadina, che si mangia a temperatura ambiente, sia come antipasto che come aperitivo o come spuntino. La si può mangiare da sè o accompagnata da salumi vari e da un buon bicchiere di vino, sia rosso che bianco magari un po’ frizzantino, o , perchè no, da una bella birra fresca.

Dirvi l’origine della torta o della tradizione di farla per ferregosto(forse perchè è più o meno il tempo della raccolta), non sono in grado; come non saprei nemmeno dirvi la ricetta originale, perchè ogni casa, panificio o festa paesana che la proponga, ha la sua ricetta, sia per la pasta che per il ripieno e guai a divulgarla.

Fino a qualche anno fa, c’era un paesino qui nel parmense, che faceva di questa torta di patate il perno della sua sagra e se non ti sbrigavi a comprarla, rimanevi senza.

Negli anni poi gli ingredienti sono un po’ cambiati e anche a casa mia abbiamo alleggerito la ricetta che all’inizio prevedeva una base di soffritto, lardo, burro, qualche spezia… tenuta in frigo, ben chiusa, dura qualche giorno, bisogna solo tirarla fuori un po’ prima o farla giusto intiepidire qualche istante nel forno o nel microonde.

Ma vediamo come si prepara la torta di patate versione “Michela”, alleggerita e velocizzata

INGRDIENTI – DOSE PER 3 TORTE diametro 26cm

RIPIENO

  • 1,5kg di patate (se anche sono di più non preoccupatevi che le useremo per un’altra ricetta)
  • 50g burro morbido
  • 200g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 1 uovo (+ 1 per spennellare)
  • un pizzico di sale
  • 2 tubetti di sugo di pomodoro con le verdure

PASTA

  • 500g di farina
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di olio(non evo perchè troppo forte di sapore)
  • 2 cucchiai di zucchero
  • una bustina di lievito per torte salate
  • 150ml di latte per impastare(un bicchiere piccolo)

Per prima cosa partiamo con il ripieno e laviamo le patate, le facciamo lessare e una volta cotte , le scoliamo dall’acqua e le lasciamo leggermente intiepidire. Prendiamo uno schiacciapatate (di quelli a pressione), inseriamo le patate con la buccia(credetemi il risultato è ottimo e non ci si scotta le dita) e cominciamo a schiacciarle dentro ad una capiente ciotola. N.B.se non volete ottenere una colla immangiabile NON USATE il fullatore ad immersione.

  

Una volta schiacciate tutte le patate, lasciamo intiepidire e aggingiamo il burro, il formaggio, il sale e il sugo di pomodoro, mescoliamo per bene , magari mettiano i guanti per alimenti e mescoliamo a mano. Assaggiamo se è giusto di sale (a chi piace può aggiungere un po’ di pepe o noce moscata o saporita), aggiungiamo l’uovo, rimescoliamo per bene e lasciamo un attimo da parte.

     

Per la pasta io mi faccio aiutare da un’impastatrice, ma anche farla a mano è davvero veloce.

Nell’impastatrice munita di gancio, mettiamo tutte le polveri (il lievito non a contatto con il sale), poi le uova e l’olio; aggiungiamo anche un poco di latte.  Iniziamo ad impastare e all’occorrenza, aggiungiamo piccole quantità di latte, lasciando incorporare bene  prima di aggiungerne ancora.

   

Otterremo un impasto liscio e molto elastico.

Dividiamo l’impasto ottenuto in tre panetti, magari con l’aiuto di una bilancia e cominciamo a stenderli il più circolare possibile. Io uso carta da forno, ma si possono anche imburrare e infarinare le teglie.

    

Posizioniamo la pasta stesa nella teglia e mettiamo il ripieno preparato in precedenza con uno spessore di 1/1,5 cm, lo stendiamo, livelliamo e, con un pennello ,ci stendiamo sopra un leggero strato di uovo sbattuto con un pochino di latte.

  

Ripieghiamo i bordi della pasta e facciamo dei decori con la forchetta.

 

Forno ventilato (così ne cuociamo due alla volta) 170°C per 20/25min(la pasta deve risultare bella dorata).

 

Lasciamo raffreddare e…BUON APPETITO

 

SUGGERIMENTI

Se cuocete due torte insieme, cercate di usare teglie uguali e di mettere più o meno la stessa quantità di ripieno, avrete una cottura più omogenea.

Vi è avanzato del ripieno e un pò di uovo sbattuto? niente panico, faremo delle polpette buonissime

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *